Bi-sogni

Stavo dormendo, e sognando. Me lo ricordo ancora che era un attimo fa.
Strani cosi i sogni, tipo che secondo me ogni cervello umano è un super computer che ne viene usata solo una piccola parte da svegli, mentre sognando lo si usa tutto.
Dicevo, stavo sognando, ero li con della gente in piedi in camera a sentire della musica nelle cuffie e si era contenti e si battevano le mani.
Nello stesso tempo ero io che suonavo colla chitarra in mano.
Al momento, ovviamente, sembrava tutto giusto e corretto, ma ripensandoci stavo sognando due momenti diversi contemporaneamente. Due sogni, un bi-sogno.

PS
Tutto sto casino mica me l’ero immaginato di scriverlo. All’inizio (appena sveglio) l’idea era qualcosa del tipo: “stavo facendo quello, ma anche quell’altro assieme, bi-sogno.”.
Tutto il resto dello scritto è una dannata razionalizzazione obbligata da quella piccola parte di testa che funge da svegli e che, per fortuna, da sognanti si spegne.
‘Notte.

PPS
Che poi oh, due sogni sovrapposti. Che storia… Manco avessi un dual core in testa.
O magari ce l’ho.
Toh’ psicologi, vi ho scoperto una cosa nuova!

related posts:

About Ivan

Suono la birra, faccio la chitarra.