Irish Red Ale

Anni fa andai in vacanza in Irlanda. Uno dei più bei viaggi di sempre: paesaggi, gente e birra fantastici, secondo forse solo a quello in Scozia.

Ai tempi ero ancora ingenuo (birarriamente parlando) in quanto associavo alla parola Irlanda la birra Guinnes. Finché una sera al pub decidiamo di provare a cambiare un po’ e ci prendiamo questa sconosciuta (a noi ingenui turisti) Smithwick’s. Rimango folgorato da tale splendore e da allora fino alla fine del viaggio ho snobbato quasi totalmente la famoserrima guinnes (che peraltro là è più buona che qui, sarà l’aria locale o sarà che non si fa millemila km o magari solo suggestione). Infine tornammo in Italia tristissimi perché qui non viene esportata, anche se in effetti la Kilkenny Cream è la stessa cosa e credo anche che siano lo stesso marchio, boh.

Dato che adesso sono un super mega genio dell’homebrewing (si si certo, come no..) e dato che a Maggio pensavo di partecipare a un concorso, ho deciso che questa sarebbe stata LA birra.

Update:

E niente, la birra la chiamerò “Kill Kenny”. Direte: m’hai scritto un poema qua sopra perlando della Smithwick’s e poi la birra la rimandi alla Kilkenny?! Si. Mi piaceva troppo ‘sto nome, e in etichetta ci metto Kenny morto.

Update bis:

Ecco qui a fianco l’etichetta!

 Ricetta

– Tipo: All Grain

– Stile: 9D – Irish Red Ale

– Volume: 23L

– OG: 47

– Eff: 75%

– IBU: 20,4

– EBC: 33,8

Ingredienti:

Grani:

  • 4 Kg – Pale – Maris Otter
  • 0,5 Kg – Crystal 80L
  • 0,15 Kg – Roasted Barley

Luppoli:

  • 14 gm – Challenger (6,40%aa) – 60 min
  • 14 gm – Challenger (6,40%aa) – 40 min
  • 14 gm – EK Goldings (5,40%aa) – 5 min

Altro:

  • 1 tsp – Irish Moss – 15 min

Lievito:

  • WLP004 – Irish Ale

Mash:

68°C – 60 min

78°C – 10 min

related posts:

About Ivan

Suono la birra, faccio la chitarra.