Il mio sogno, la chiesa e il Soviet 1917

L' altra notte ho fatto un sogno importante.

Il mio cervello mi ricordava chissà perché di un conflitto interiore. All' inizio non capivo molto, ma prima di svegliarmi sul serio ho realizzato. Viviamo in un paese dove la stragrande maggioranza delle persone è battezzata e, chi più chi meno, "credente". Nessuno di noi è nato in Unione Sovietica negli anni in cui si consumava la terribile dittatura Staliniana comprensiva dei suoi pesantissimi strascichi; però tutti ci ricordiamo con facilità(provate a chiedere a chiunque) le violenze perpetrate dal regime. La memoria di una persona che vuole ricordare gli avvenimenti storici sicuramente avrà un cassetto al suo interno dove tiene vivi ricordi di quegli anni, di quella dittatura; belli o brutti, ovviamente. L' onestà impone di richiamare alla mente questi ricordi, che possono o no fare piacere. Alla domanda "cosa ti viene in mente se ti dico Unione Sovietica?", la persona media potrebbe rispondere con "Gulag", "dittatura", "la primavera di praga" o "la rivoluzione d' ottobre", ma pochissimi risponderebbero "La cacciata degli Zar", "la ridistribuzione delle terre ai contadini" o "i primi passi di un' ideologia ugualitarista". Provate! E ora veniamo al dunque, tentiamo di fare lo stesso esercizio inserendo nella domanda in questione la parola chiesa cattolica al posto di Unione Sovietica.   Capisco che non è una prova scientifica, ma sono pronto a scommettere la mia collezione di aringhe che l' italiano medio elencherà una serie di risposte lungi dall' avere un tono precisamente negativo! Come non rispondere al precedente quesito con frasi del tipo "aiutano i poveri", "fanno sempre beneficenza" o "aiutano i poveretti in Africa"? Il punto è che la persona fa estremamente fatica a ricordarsi e a parlare di avvenimenti storici negativi  legati alla chiesa cattolica, mentre porta a termine bene il compito di sparare sulla bandiera rossa.   Perché questo? La risposta più facile(questo è il mio parere) è che ovviamente viviamo in una civiltà detta "occidentale", che da tempo immemorabile lotta (vedi la guerra fredda) anzi, ha lottato, contro l' impero Sovietico, dunque è quasi inevitabile che tutti noi portiamo dentro le scorie residue della guerra in questo enorme campo di quasi-battaglia. Il mio sogno ha avvicinato due "concetti" che paiono antitetici. Chiesa e Unione Sovietica, delirio? Perché nella nostra prova potremmo avere risposte così qualitativamente diverse? Non sono entrambi nati da presupposti di eguaglianza tra le persone? Entrambi non predicano la pace? Entrambi non sono nati dalle ceneri del precedente e obsoleto modo di vivere il mondo? Entrambe non sognavano un mondo migliore? Non è forse vero che la chiesa cattolica apostolica romana ha dominato il mondo "occidentale" e oltre e(cosa molto più grave) le coscienze di tutti noi da duemila anni a oggi? Non è forse vero che la chiesa cattolica si è macchiata di crimini disumani(le crociate sono un pallido esempio) e predica che il suo capo supremo sia infallibile?(pochi gli ricordano questa intrinseca schizofrenia) E,per caso, la terra non era piatta?... Allora resta la domanda: perché ancora ci è così facile colpevolizzare l' Unione Sovietica mentre la Chiesa Romana no, se sono nate da concettualizzazioni e idee così vicine? Io vedo nel mio sogno l' Unione Sovietica come un bambino molto piccolo che tiene la mano al nonno Chiesa, entrambi nati con lo stesso sangue; ma chissà perché nel sogno capisco che il vecchio avanzo di galera sta portando il moccioso in un luogo che non riesco ancora a vedere, ma so che lo ucciderà, e nel tornare a casa dirà alla madre che il piccolo è caduto, da solo, in un burrone. Quando anche il vecchio sarà condannato per i suoi crimini? Mi sveglio.

related posts:

Prezzemolo

About Prezzemolo