La gente cattiva non conta?

Saranno cinque o sei anni, però ora finalmente è arrivato il momento di parlarne! Mancano pochi giorni al referendum (andate a votare e mettete 4 croci al contrario sui 4 Si!) e quindi trovo il coraggio, i momenti critici servono anche a questo, di parlare di un argomento che mi sta molto a cuore: non mi pare per niente giusto che nelle feste dell' unità, dove il cuore sociale e politico batte più forte, il folklore comune si vuole allietare le proprie orecchie con musiche: 1)indie-pop 2)folk 3)cantautorato 4)cantautorato depressive allora, se fosse vero l' abbinamento ascoltatori di questi generi=votanti, allora i rappresentanti di sinistra sostenitori integerrimi del verbo(così alcuni metallari si identificano tra loro, chi segue il verbo del metallo, e chi no) dovrebbero sentirsi ingiustamente esclusi o quantomeno notevolmente incazzati!! Le questioni sono due, o i metallari sono tutti di destra, o c'è un bias culturale per cui, il giovane o il più o meno stagionato di sinistra è un figlio dei fiorni appassiti degli anni 70(rispetto per quegli anni, sia chiaro) oppure è un filosofo acculturato deandrèofilo e...basta. Non sono d' accordo. Secondo me il metallaro medio è uno che ha capito come gira il mondo, anche perchè non si limita come gli altri sopracitati a vivere di giorno nella caratterizzante ma conformista società diurna, mail metallaro esce sopratutto di notte e si nutre dell' oscurità, vive in piccoli gruppi e la naturale diffidenza che lo caratterizza sviluppa nel soggetto un senso critico che affina l' intelletto, il quale a sua volta lo indirizzerà verso la scelta politica più lungimirante e giusta(scegliendo  lo spettro a sinistra,a mio parere). Lenin era un metallaro. Io lo so

related posts:

Prezzemolo

About Prezzemolo