L’ essere critici

Quante volte nella nostra vita ci siamo sentiti dire, sopratutto da giovani, che non bisogna prendere tutto per oro colato? tante, vero?...forse troppe. Benissimo, quindi il mondo popolato da persone adulte è consapevole che avere o sviluppare uno spirito critico è, sopratutto di questi tempi, essenziale.Stormi di psicologi e ricercatori(citare qualche autore sarebbe troppo per questo breve pensiero)  hanno dimostrato che i primi anni della nostra esistenza sono essenziali per la formazione di quello che diventerà una donna o un uomo; ciò che ci plasma fin dal primo respiro(anche nei mesi di vita prenatale) è un bel mix di corredo genetico e di influenze ambientali (famiglia in primis) che plasmano l' espressione fenotipica dei nostri geni, e che quindi forma la persona. Cerchiamo di capire: perchè non inculcare nella mente del bambino l' importanza della capacità critica e dell' analisi almeno delle informazioni in entrata più sensibili? Perchè dal primo giorno di scuola non si insegna la bellezza del confronto, della collaborazione di se stessi con gli altri e tra le proprie idee e pensieri? non sarebbebene inserire nei programmi scolastici un' "ora del dubbio"? Dai tempi della scuola ricordo che  la matematica, la storia e la geografia mi entrarono nel cervello come verità assolute, e non era obiettivo dell' insegnamento far crescere nella mia mente e quella dei miei compagni domande astute come "ma perchè 2+2 fa 4?", "ma perchè il capo degli antichi Egizi si chiamava Faraone?e perchè guerreggiavano sempre?", forse seguenti infantili riflessioni avrebbero potuto portarmi a riflettere sul perchè "il libro di storia è così inzuppato di date sulle grandi battaglie, mentre non si ricordano così bene le date della pace?". La mia è una provocazione,certo,ma se per potersi sollevare dall' ignoranza, per difendersi dalle prepotenze e dagli eccessi e per poter vivere in modo proprio la nostra vita è necessario sviluppare un senso critico quantomeno decente, mi chiedo perchè esso è richiesto quando ormai la persona è in buona parte già formata?quando i giochi stanno per chiudersi in modo semi-definitivo? perchè devo credere in un Dio che non si è mai interessato a me?

related posts:

Prezzemolo

About Prezzemolo